Menu

Buone abitudini anche in vacanza

3 Luglio 2020 - BLOG
Buone abitudini anche in vacanza

Quando siamo in vacanza, si sa, non vogliamo rotture di scatole, di alcun genere. Niente sveglia, rumori molesti, dieta, obblighi, appuntamenti e così via.

Giusto, giustissimo… però una cosa non dobbiamo scordare, tutti insieme, che tu devi far ricordare al tuo cliente, magari un turista: la buona educazione non va mai in ferie. La raccolta differenziata nemmeno.

Vuoi aiutare i tuoi clienti a gestire bene la plastica?

Vicino ai cassonetti, o negli spazi in cui le persone si fermano a consumare i tuoi prodotti per l’asporto, appendi un cartello con l’elenco degli oggetti che possono essere riciclati. Non è una sciocchezza, molte volte le persone hanno dubbi e, nell’incertezza, buttano tutto nell’indifferenziato.

Mostra il tuo impegno condividendo lo sforzo che tu stesso fai.

Ecco, come indica il Corepla, quali oggetti possono finire nel contenitore della plastica: bottiglie, barattoli, flaconi, sacchetti, buste, pellicole trasparenti, piatti e bicchieri monouso, vaschette.

Ci sono invece altri oggetti che devono finire nell’indifferenziata: per esempio giocattoli, secchielli, ciabatte, canotti, palloni, occhiali, biro, pennarelli, borracce, attrezzi vari…

Gli imballi vanno sempre schiacciati, così da occupare poco posto.

Inoltre, per far vedere che sei virtuoso e il tuo Comune con te, racconta come i rifiuti vengono smaltiti, comprese le tue confezioni per il delivery e l’asporto: le persone resteranno ammirate e ti premieranno ritornando.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *